Come non farsi rubare la bicicletta e vivere felici

lucchetto

Il terrore più grande di ogni ciclista è sicuramente quello di tornare al parcheggio della nostra bici e scoprire che è scomparsa. Perduta per sempre! La sensazione è tremenda, e lo è ancora di più se siamo in viaggio e ci hanno appena portato via l’unica cosa che ci permette di proseguire o di tornare a casa.

Per eliminare completamente il rischio, la soluzione più ovvia sarebbe quella di non lasciare mai da solo il nostro mezzo. Finché siamo in sella, dovranno prima passare sul nostro cadavere! Ma non è fattibile, ad un certo punto dobbiamo per forza scendere per fare la spesa, visitare un luogo turistico, mangiare in un locale, e ovviamente dormire… Quindi, che fare?

La prudenza non è mai troppa anche nelle situazioni apparentemente più sicure; se siamo in due (o più persone), un volontario dovrebbe restare a guardia delle biciclette mentre l’altro può tranquillamente entrare al supermercato o in un hotel a chiedere di una stanza. Chiaramente non è sempre possibile: il bello di andare in giro in compagnia è anche quello di condividere il viaggio e le esperienze anche al di fuori della bici; quando poi siamo da soli, il problema si pone in ogni caso.

 

Alcuni consigli

Quando dovete per forza separarvi dal vostro mezzo, occorre adottare una serie di accorgimenti per ridurre (purtroppo non eliminare) il rischio del furto:

Bicicletta in vetrina!♦ Il contatto visivo resta la migliore soluzione, sia come deterrente, sia per ridurre la vostra ansia. Legate la bicicletta con un lucchetto, assicurandola ad un palo, vicino alla vetrina o all’ingresso del posto in cui state entrando, in modo da poterla controllare ogni tanto mentre siete dentro. Non cercate di nasconderla in un vicolo, anzi lasciatela in un luogo di passaggio, il ladro deve sentirsi osservato. Più la mettete in vista, meglio è.

♦ Se non potete stare nei paraggi scegliete un parcheggio sicuro, ad esempio sotto a una telecamera di sorveglianza (come quelle dei bancomat).

♦ Non esiste un lucchetto inviolabile; i più sicuri, ma molto pesanti, sono quelli ad archetto (o U-Lock), ma nella maggior parte dei casi quelli con cavo d’acciaio a spirale sono sufficienti per far desistere i ladri occasionali. Cercate di chiudere contemporaneamente il telaio e la ruota anteriore.

♦ Per rendere più difficile un tentativo di furto, mettete un elastico alla leva del freno (come spiegato qui), e prima di parcheggiare innestate la marcia più ridotta (quella da usare in salita): sarà praticamente impossibile partire di corsa, provare per credere!

♦ Quando dormite in un hotel o un ostello, chiedete alla reception di lasciarvi portare la bicicletta in camera. Vi guarderanno come un marziano, ma dovrete essere decisi e far loro capire che non siete disposti a lasciarla in strada. Nella maggior parte dei casi si trova un accordo; assicuratevi di avere una stanza al piano terra oppure che ci sia un ascensore, vi risparmierete una grossa fatica. Se non vi lasciano “condividere” la stanza con la bici, esigete di poter usare il garage dell’hotel a titolo gratuito, o almeno un ripostiglio.

♦ In campeggio, legate la bicicletta al capo di una corda o un filo di nylon e assicurate l’altra estremità ad un oggetto all’interno della tenda, ad esempio il sacco a pelo: se qualcuno dovesse toccarla vi sveglierebbe subito.

 

L’occasione fa l’uomo ladro

Una mossa da considerare è quella di rendere poco appetibile il nostro mezzo: se la bicicletta sembra costosa, pulita, con colori e scritte sgargianti, può attirare di più l’attenzione di un malintenzionato (le biciclette più rubate sono quelle da corsa e le MTB sportive). Se vi sembra il caso, coprite le marche delle borse e del telaio con del nastro da elettricista, e non tenete la bici sempre lucidata, un po’ di polvere e fango talvolta non guasta!

Infine, non lasciate mai gli oggetti di valore incustoditi nelle borse. La soluzione ottimale è quella di tenere le cose importanti (soldi, carte di credito, passaporto, macchina fotografica) nella borsa da manubrio, che deve venire SEMPRE con voi ogni volta che abbandonate la bici, anche se per pochi minuti. Le borse piene di vestiti e di attrezzi, invece, lasciatele pure lì: non sono quelle a fare gola al ladro. Se volete più sicurezza potete legarle al portapacchi con il classico lucchetto a spirale, ma effettivamente non le protegge molto, dato che si possono comunque aprire.

Quando viaggiate in zone tranquille come i paesini di provincia, aree rurali o in montagna, seguite i consigli appena proposti e non preoccupatevi troppo; è improbabile che qualcuno si metta a rubare una bici carica di bagagli in quelle situazioni. Maggiore attenzione serve invece nelle grandi città, dove i furti sono all’ordine del giorno e anche i lucchetti più grossi servono a poco.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>