Regolare velocemente la sella ed il manubrio

Metodo per regolare l'arretramento della sella

C’è una scienza, la biomeccanica, che tra le altre cose studia la corretta posizione del ciclista e la regolazione di tutti i componenti della bicicletta per ottenere una migliore efficienza di pedalata e ridurre le patologie che derivano da una postura scorretta. E ci sono trattati e studi su come posizionare la sella della vostra bicicletta!

In questo breve articolo vorrei descrivere alcuni metodi pratici per avere una posizione corretta, utilizzabili anche in viaggio, senza la pretesa di un’analisi scientifica dell’insieme uomo-bicicletta. Se la cosa vi appassiona, in rete trovate comunque moltissime informazioni! Un’ultima annotazione: le misurazioni che seguono vanno fatte indossando le scarpe che effettivamente andrete a usare in bici.

L’altezza della sella (cioè la sua distanza dal centro delle pedivelle) determina l’efficienza della spinta che la vostra gamba imprime al pedale. Se la sella è troppo alta la gamba sarà troppo estesa alla fine della pedalata, mentre se è troppo bassa la gamba non avrà erogato tutta la potenza disponibile perché sarà ancora in parte flessa. Metodo per regolare l'altezza della sellaUn metodo pratico per trovare la giusta misura è questo: salite in sella, appoggiatevi ad un muro con una mano e posizionate il tallone sul pedale, quindi estendete la gamba e portate il piede al punto più basso della pedalata, senza spostare il bacino a destra o a sinistra. La gamba dovrebbe essere perfettamente estesa ed il ginocchio dritto; se non è così, alzate o abbassate la sella.

Avrete notato che la sella può essere anche spostata in avanti o indietro, avvicinandola o meno al manubrio: è l’arretramento. La posizione corretta si trova così: sempre appoggiati al muro, portate un pedale in posizione orizzontale verso la ruota anteriore, e posizionate il piede correttamente con le dita appena oltre il pedale stesso. Metodo per regolare l'arretramento della sellaCon un filo a piombo (fatevi aiutare da un amico) dovete verificare che il centro della rotula sia esattamente sulla verticale del centro del pedale. Un arretramento sbagliato può causare alla lunga dolori e problemi all’articolazione del ginocchio. In mancanza di filo a piombo, potete farvi un’idea approssimativa facendovi scattare una foto.

Le due regolazioni sono dipendenti una dall’altra, quindi ripetetele entrambe ad ogni modifica. Come ultima verifica, controllate con una bolla che la sella sia orizzontale, altrimenti tenderete a scivolare in avanti o indietro durante la pedalata.

a questo punto potete dedicarvi al manubrio. Qui la posizione è più soggettiva, a seconda di quanto volete stare eretti con la schiena. In linea di massima, le manopole dovrebbero stare almeno alla stessa altezza della sella, meglio se qualche centimetro più in alto. Non avrete un assetto da corsa ma l’andatura sarà più rilassata! Il giusto equilibrio lo trovate solo dopo qualche giorno di uso costante, tenete quindi una chiave a brugola a portata di mano per fare degli aggiustamenti successivi.

E’ importante trovare la posizione più adatta al nostro corpo, in base alla nostra flessibilità, grado di allenamento, e costituzione. Non dobbiamo adattarci alla bicicletta, ma è lei che deve adattarsi a noi. In ogni caso, tenete sempre in considerazione che non stiamo facendo una gara quindi non conta la prestazione, ma stiamo viaggiando, perciò conta la comodità e la possibilità di godersi il paesaggio :)


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>